Aral

Piove col sereno
sopra
una valle di sale.
Sulle sponde
d’un passato lago,
ossuti pescherecci
sembrano salpare
segnando la sabbia.
Timidi solchi
le legano
al mare antico,
come gli schizzi
le gocce
di pioggia.

Annunci

Temporale estivo #2

Come acqua che inzuppa
i vestiti in temporali estivi,
il senso d’oppressione
rende pesanti
sebbene scivoli veloce.

La pioggia di Luglio
tamburella sulla pelle.
Strappa fugace
un sorriso in un gesto:
in danza libera 
ci s’asciuga presto.

il passato scorre anch’esso
ma la sua acqua
cola lungo fianchi
impacciati e goffi:
medesima condizione,
ma non v’è passo che consoli.

Temporale estivo

Come l’acqua che ti appesantisce i vestiti nei temporali estivi, il momento di oppressione scivola veloce ma ti lascia pesante e bagnato per ore.

La pioggia di Luglio in quel momento fugace ti tamburella sulla pelle strappandole un sorriso in un gesto, in una danza libera dal peso del fradicio finché non si dissolve.

Ciò che opprime scorre anch’esso in un battito di ciglia e come la pioggia investe tutto te stesso, ma l’acqua rimasta cola lungo fianchi impacciati, goffi, gravi.
Medesima, umida condizione, ma non c’è passo che consoli.