Enchiridion: da portarsi in mano

A questo punto può essere spiegato il titolo di questo blog, ovvero Enchiridion.
Letteralmente questa parola significa “da portarsi in mano”, “manuale”. Questa scelta ha almeno due sensi importanti:

  • ciò che scrivo qui sono pagine di riflessioni da non dimenticare, che vengono appuntate per stare in una mano in modo ordinato e non disperse nella confusione della mia mente.
  •  stando in una mano, queste parole possono sempre restare con me. Anzi, devono restare con me perché hanno importanza pratica nel quotidiano. Tutto ciò che scrivo qui ha una importanza fondamentale, ha effetti pratici e concreti su ciò che sono e faccio.

Questa idea non è per nulla originale, ma scaturisce da personali riflessioni su un antico tentativo di redazione di un vero e proprio manuale verso cui sono debitore: è il Manuale di Epitteto, un famosissimo classico della letteratura stoica di cui consiglio la lettura. Questo testo ha trapassato il corso dei secoli interessando miriadi di intellettuali; tra loro amo ricordare Leopardi, il quale ne curò un’edizione in volgare.

Annunci

One thought on “Enchiridion: da portarsi in mano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...