Temporale estivo

Come l’acqua che ti appesantisce i vestiti nei temporali estivi, il momento di oppressione scivola veloce ma ti lascia pesante e bagnato per ore.

La pioggia di Luglio in quel momento fugace ti tamburella sulla pelle strappandole un sorriso in un gesto, in una danza libera dal peso del fradicio finché non si dissolve.

Ciò che opprime scorre anch’esso in un battito di ciglia e come la pioggia investe tutto te stesso, ma l’acqua rimasta cola lungo fianchi impacciati, goffi, gravi.
Medesima, umida condizione, ma non c’è passo che consoli.

Annunci

Re-sistere

Gli individui sono solamente nodi di una grande rete nelle cui maglie scorre attività, potere. Potere che possiamo subire o cogliere e utilizzare, ma pur sempre attività mai completamente “nostra”. Non siamo libere esistenze creatrici, come vorrebbero certe correnti di pensiero: noi siamo re-sistenze.
Continua a leggere

Categoria IV: relazione.

Discorsi sull’Essere, da Parmenide in poi, sono fioriti in ogni forma nel corso della storia del pensiero occidentale. L’idea di indagare ontologicamente ha sempre affascinato chiunque, siamo sempre rimasti accecati dalla supposta luminosità di ciò che “è” ma non ci è mai concesso vedere.
Ciò che c’è di davvero importante, sul piano della nostra esistenza, non potrebbe essere invece l’idea di relazione?
Continua a leggere